Newsletter: come evitare di finire nello spam

Le newsletter sono potenti strumenti di marketing e questo lo sapete benissimo anche voi,  ma spesso può capitare di buttare via tutti i nostri sforzi nella spazzatura senza volerlo, ovvero far finire le vostre newsletter nello spam. Innanzitutto uno dei fattori più importanti nell’inviare e-mail di massa in modo legittimo è di fare in modo che i messaggi siano attinenti a ciò che è stato richiesto.  Se un utente vi affida il suo indirizzo e-mail lo fa perché possiate parlare dei vostri interessi per una ragione specifica. Non abusate di questa fiducia, perchè basta veramente poco per inoltrare un reclamo per spam al vostro provider. Ma vediamo quali sono le regole fondamentali per essere sempre in pista nel mondo di Email Marketing.

Usate solo le vostre liste
Non acquistate mai una lista da altri, perchè non avete idea di chi siano coloro di cui state per acquistare gli indirizzi e-mail, a quali argomenti sono interessati e quanto la lista sia piena di indirizzi trappola(Spamtrap). Evitate anche di esercitatevi nell’arte di e-pending(indovinare gli indirizzi e-mail) e credo che non sia necessario spiegare il perchè.

Conferma di iscrizione
Come sapete  chiunque può digitare l’indirizzo e-mail di qualcun’altro in una form d’iscrizione. Come potete essere certi che l’utente abbia inserito il proprio indirizzo e-mail e non quello di qualcun altro?
La risposta è semplice: chiedere conferma dell’iscrizione (metodo dell’opt-in). Per attivare tale metodo in WebHat basta selezionare l’entità desiderata cliccare su “Modifica” e in basso, nella nuova finestra, spuntare Sì per l’utilizzo di Opt-in.
Si tratta di una semplice verifica che il nuovo utente abbia scelto coscientemente e deliberatamente di inserire il proprio indirizzo e-mail nella vostra lista. Senza questa conferma, non avete modo di sapere se l’indirizzo che vi è stato comunicato è legittimo.

Passando più alla parte tecnica della compilazione di una Newsletter, vediamo cosa dobbiamo tenere in mente:

1- Dare particolare attenzione al soggetto della mail: non utilizzare mai punto esclamativo, lettere maiuscole, e parole come “gratis”, “gratuito”, “occasione”, ecc..
2- Per le vostre Newsletter conviene creare sempre mail HTML di alta qualità, non utilizzare strumenti che generano HTML brutte o malformate. I filtri anti-spam gradiscono il codice pulito.
3- Evitare assolutamente di inserire componenti attivi (javascript, ActiveX, plug-in) nel messaggio, è sconsigliato anche solo nominarli nel testo.
4-Non inserire troppa grafica nel messaggio. Meno immagini sono presenti e più facile che il messaggio arrivi a destinazione.
5-Evitare di allegare file, utilizzare sempre se possibile link a file ospitati su un server web.
6-Non includere riferimenti gratuiti a soggetti di spam. Non parlare di orologi rolex, attività a sfondo sessuale, farmaci o di trattamento dei debiti, a meno che tali argomenti riguardano direttamente alla tua email.

Per quanto riguardo gli ultimi consigli, potete sempre affidarvi al tool Anti-Spam di WebHat Newletter che vi segnalerà le anomalie che aumenterebbero il rischio di finire nello spam.

Restate sempre sintonizzati per essere aggiornati sulle ultime novità…

Be Sociable, Share!

Leave A Response