Email marketing. Come creare una lista di destinatari in modo corretto

Email marketing. Come creare una lista di destinatari in modo corretto

Il successo di una campagna di email marketing inizia dalla qualità delle lista di destinatari a cui inviare le nostre comunicazioni.

Per questo motivo l’acquisizione degli indirizzi email deve essere effettuata in modo corretto, con il consenso esplicito ed informato degli utenti.

Come fare?
Costruire una lista pulita ed efficace è molto più semplice di quanto si possa pensare!
Ecco alcune linee guida alle quali attenersi.

Come effettuare le iscrizioni
Come previsto dalla direttiva europea 2002/58/CE tutti i moduli che richiedono agli utenti di essere iscritti ad una mailing list devono essere di tipo opt-in.
Il consenso deve essere esplicito, quindi i campi preflaggati non sono validi: soltanto nell’atto del barrare la casella si manifesta il consenso libero e informato dell’interessato.
I moduli double opt-in prevedono una tutela ulteriore per noi e per gli iscritti, che riceveranno un’email di conferma alla quale dovranno rispondere per completare l’iscrizione alla nostra lista.

Cosa evitare
– Non acquistare liste email di terze parti, di cui non si possa conoscere se e come sono stati ottenuti i consensi
– Evitare l’iscrizione automatica di indirizzi che abbiano compilato un modulo di richiesta informazioni senza barrare la casella di iscrizione alla mailing list
– Non utilizzare elenchi pubblici
– Non utilizzare indirizzi email acquisiti da programmi automatici

E se la nostra lista è piccola?
Avere a disposizione un database enorme di indirizzi è inutile se le nostre email non vengono lette. Meglio inviare ad una lista più piccola ma perfettamente profilata per il nostro target, che contenga solo indirizzi di utenti veramente interessati a ciò che vogliamo comunicare.

Pensare ai benefici
Raccogliere gli indirizzi in modo corretto, nel pieno rispetto della normativa europea, ci mette al riparo da problemi legali (in quanto potremo sempre documentare come sono stati raccolti gli indirizzi e dimostrare la manifestazione del consenso da parte dell’iscritto) e dal rischio che i nostri messaggi vengano segnalati come spam.

 

 

Be Sociable, Share!